Mi presento, Marina Scrap&Patch

Mi presento, Marina Scrap&Patch

Ciao a tutti, sono Marina Cabrini e da oggi faccio felicemente parte anche io di questa famiglia creativa!

Sono una casalinga con un passato da commerciante. Ho avuto la fortuna di essere la titolare di una merceria con reparto bricolage per quasi 18 anni. Questo mi ha dato modo, nel tempo, di “testare” tante tecniche e tanti materiali. selezionando, selezionando, selezionando, sono rimasta affezionata solo allo scrapbooking, più o meno in tutte le sue espressioni, e al patchwork. Il mio blog, Scrap&Patch, è la sintesi di questa mia selezione. Mi diletto molto anche in cucina, ma questa è un’altra storia…

Questa sono io, follemente innamorata del fai da te da quando, bimbetta, mi è stato messo n mano il primo ago per ricamare, scrapper dall’ottobre 2005, periodo a cui risale il mio primo LO, inguaribilmente indaffarata su tanti fronti e con il delirio di potere un giorno avere delle giornate che non abbiano solo 24 ore!

Mi presento con i lavori che ho scelto per questa candidatura, e con il primo assoluto progetto preparato ad hoc per questa nuova avventura con Scrapbooking facile

Esordisco con un travel journal che mi è stato commissionato per una coppia di sposi che andrà in viaggio di nozze a New York

Per la copertina esterna è stata fatta una scelta piuttosto grunge, con l’uso di cartone onda recuperato dagli scatoloni , stencil mattoni con una pasta ruvida tinta con terra rossa di Roussillon. Ho schizzato acrilico nero e spennellato gesso bianco sulle onde del cartone. Per completare, strass, stickers adesivi e qualche chipboard.

Anche i dorsi sono ricoperti con cartone onda un po’ spelacchiati e sporcati ad hoc.

Per il retro ho usato il solito cartone e una tag che ritengo ci stia a pennello. La struttura dell’album è stata realizzata con un cartoncino nero da 360 gr/mq

Questo è il travel visto dall’alto con tutte le sue pagine raccolte a spirale.

Interno

Esterno

Partendo da sinistra, la prima e la seconda pagina della struttura

A sinistra, nel dettaglio, la pattina con il puntatore del SET VIAGGIO che nasconde una delle calamite che chiudono l’album, mentre a destra, un dettaglio della chip ADVENTURE TIME sotto le due tasche.

Le pagine sono rivestite con carta bianca da 120 gr/mq colorata con i distress. Nello specifico ho usato Scattered Straw, Fossilized Amber, Pumice Stone, Hickory Smoke, Black Soot. Qua e là timbrate, stickers e tags a completare il tutto.

In questa parte finale troviamo due pagine con tasche a specchio che contengono a loro volta una pagina doppia con molto spazio su cui scrivere.

Anche per queste pagine le 4 chip usate sono quelle del SET VIAGGIO. E adoro letteralmente questo mappamondo!

Questo mappamondo invece è una vecchia fustella di TH di qualche stagione fa. L’ho fustellato in doppio e colorato con i distress in due fasi distinte. Ho usato, sempre del SET VIAGGIO, le due scritte “arrivo” e “partenza”, questa volta colorate in grigio e messe in evidenza con uno sfondo giallo. Il tutto è posizionato su una tasca a soffietto con una finestra in acetato.

In questa foto è possibile vedere gli spessori delle tre tasche e intuirne la struttura.

Per finire le tag contenute nelle diverse tasche, con una menzione speciale per la chip Macchina Fotografica, contenuta sempre nel set viaggio.

Ho usato:

set viaggio

adventure time

 

ViaggiAdventure-time

 

 

Lascia un commento