Parole d’amore in acquerello

Parole d’amore in acquerello

Vi racconto come è nato questo album.

Per creare un album, di solito, parto dalle fotografie che voglio inserire. Stavolta è stato diverso. Mi sono lasciata ispirare dalla forma esagonale del set Parole d’amore. È stata proprio la dimensione della figura geometrica a dettare anche la misura dell’album. Il pattern geometrico che avevo in mente occupava 15 cm: così ho deciso l’altezza del mio album e tagliato tre fogli di un blocco di carta aquerellabile di dimensioni A4 a questa altezza.

Poi ho scelto il set di carte di Modascrap. Da questo momento ogni scelta ha condizionato il passo successivo, senza sapere assolutamente quale sarebbe stato il risultato finale.

Questo è quello che ho fatto.

Ho schizzato con gli acquerelli le mie pagine scegliendo gli stessi colori della carta pattern. Ho creato le tre pagine con gli esagoni, usando proprio il set come sagoma per ritagliare la carta pattern.

A questo punto mi mancavano le foto. Le volevo un po’ oniriche e delicate, affinché diventassero parte integrante dell’album. Per far questo le ho modificate in Photoshop dando loro un effetto acquerello. Le immagini scelte non potevano che essere alcune di quelle scattate durante il recente viaggio in Giappone, durante la fioritura dei ciliegi.

Una volta stampate ho iniziato a decorare le pagine interne usando fustellate con gomma crepa glitterata e tanti prodotti Scrapbooking facile: Emozioni intense, Polaroid Momenti magici, Io & Te e ancora Momenti magici, tutti colorati con gli acquerelli e un tocco di glitter.

Una volta decorate le pagine mi si poneva la necessità di rilegarlo. Dopo vani e poco soddisfacenti tentativi, all’improvviso mi sono ricordata di un post (che purtroppo non trovo più) che introduceva un progetto per me sconosciuto: l’agenda midori. Si tratta di un quaderno modulabile e rilegato con gli elastici. Quindi il mio album diventa modificabile in ogni momento.

Ora una carrellata di foto

La creazione di questo album ha trasportato la mia mente in un mondo onirico. A voi è mai capitato?

Sara

Lascia un commento